Prima che i vini dello Champagne fossero famosi, nel momento in cui erano conosciuti semplicemente come vini di La Montagne, furono i monaci a realizzare per primi la qualità dei vigneti che ora appartengono a Champagne Duménil. I monaci provenivano dalla prestigiosa abbazia di Saint Rémi a Reims che possedeva vigneti nei villaggi di Chigny-Les-Roses, Rilly-La-Montagne e Ludes, tutti situati nella zona conosciuta come La Grande Montagne de Reims e tutti ora classificati come Premier Cru, dove ebbe inizio la tenuta della famiglia Duménil. Per quanto riguarda i monaci della cattedrale di Reims, avevano vigneti nel vicino villaggio di Sacy nella zona conosciuta come La Petite Montagne de Reims che è anche classificata come Premier Cru. Successivamente, quando i vini della regione iniziarono a essere venduti come champagne, il loro successo fu grazie alla qualità di quegli stessi vigneti, e altri come loro, che era già ben riconosciuto. La menzione della famiglia Duménil può essere trovata in documenti pubblici che risalgono al regno di re Luigi IV e fino ai giorni nostri. La storia di Champagne Duménil risale alla sua fondazione nel 1874 e deve molto al felice connubio di abilità nella viticoltura e nella vinificazione che fu una rarità alla fine del XIX secolo. Oltre a coltivare le vigne, Emile-Paul Duménil, il fondatore, possedeva anche una drogheria e un caffè a Chigny-Les-Roses. Non si rendeva conto che la casa dello champagne da lui creata avrebbe prosperato ancora oltre 140 anni dopo. Produttori di vino eccezionali La loro comprensione dei gusti e delle aspettative dei loro clienti li ha aiutati a diventare produttori vinicoli piuttosto notevoli. Frédérique e Hugues Frédérique Poret è la pronipote del fondatore della casa e oggi è l'ispirazione creativa dietro la fusione degli champagne. Suo marito, Hugues, proviene da una lunga fila di vigneron nel vicino villaggio di Sacy, Premier Cru, e ha l'abilità di tirare fuori il meglio da ogni appezzamento di vite in modo che ognuno di essi mostri il proprio carattere individuale. Ognuno di loro gioca un ruolo paritario nella vinificazione e nel dare vita allo spirito di Champagne Duménil.