PETRA

Petra, come pietra in latino. Come la solidità dell'impegno su cui hanno fondato il loro progetto Francesca e Vittorio Moretti, figlia e padre. Come i frammenti ritrovati in questi suoli a testimonianza di un lontano passato che dalla civiltà micenea conduce sino all'Etruria e da questa alla Francia. Un progetto ambizioso che pretende di interpretare il territorio, coglierne i caratteri che lo rendono unico facendone un'area viticola eccezionale. Per esserne all'altezza, Vittorio Moretti ha affidato l'indagine agronomica al prof. Attilio Scienza, massimo esperto di zonazione, mentre la struttura è stata progettata da Mario Botta che ha attribuito alla cantina lo status di una vera e propria architettura del lavoro e dell'accoglienza.