VISTORTA

“Ventura” significa “destino” ed è una parola ricorrente nella storia della famiglia Brandolini. È la storia di un uomo e della sua grande passione per il luogo che lo ha visto nascere e crescere. Ed è proprio il destino che porta Brandino adolescente da Parigi, dove studiava senza grande trasporto, ad un’esperienza in un kibbutz a ovest di Haifa. Il contatto con il lavoro della terra lo emoziona a tal punto da fargli intraprendere gli studi di Agraria alla Texas A.& M. University. Terminati gli studi, il ritorno a Venezia e nella sua amata Vistorta è ancora una volta un’emozione fortissima: un luogo che da spazio di gioco della felice infanzia diventa dimora dell’età adulta. Ma è ancora il destino che, dopo un soggiorno nei possedimenti Bordolesi di Château Greysac, gli fanno prendere, insieme all’enologo George Pauli, la decisione di puntare tutto sul vitigno Merlot. I risultati non tardano ad arrivare e dopo qualche anno vengono sanciti da prestigiosi riconoscimenti a confermare che il cammino intrapreso è quello giusto: il Vistorta non tarda ad affermarsi come uno dei grandi vini italiani.